Nella pranoterapia, l’energia vitale viene trasmessa al corpo (sottile e fisico) attraverso l’imposizione delle mani. Le mani non toccano il corpo e si pongono, a volte in movimento, a volte immobili, a variabile distanza da esso oppure sono poste a lieve contatto epidermico.

La persona che è destinataria del trattamento vive una serie di alterazioni diverse secondo la tipologia personale: brividi, effluvi di calore o di fresco, sensazioni di liberazione o di svuotamento.

Ogni pranoterapeuta ha sensibilità differenti e agisce quindi in modo personale.

Per ulteriori informazioni, contattaci direttamente: collaboratori@associazione-artemide.org (Marta)